Esercito Italiano

L’Esercito Italiano (EI) è la componente principale e più antica delle quattro forze armate italiane, delle quali fa parte assieme alla Marina Militare, all’Aeronautica Militare e all’Arma dei Carabinieri, tutte dipendenti dal Capo di stato maggiore della difesa ed inserite nel Ministero della difesa.

Nato come Regio Esercito nel 1861 in occasione dell’unità d’Italia dal nucleo della armata sarda, assunse la denominazione attuale dopo la nascita della Repubblica Italiana avvenuta nel 1946. Terminata la fase di transizione del secondo dopoguerra, periodo durante il quale alcune unità erano ancora sotto il controllo Alleato, l’ingresso dell’Italia nella NATO comportò per l’Esercito una riorganizzazione e un ammodernamento in funzione di contrasto a un’eventuale azione militare da parte delle forze del Patto di Varsavia. I mutevoli scenari a livello internazionale hanno fatto sì che l’Esercito Italiano partecipasse inoltre a varie missioni di pace sotto egida ONU o NATO, quale ad esempio la missione Ibis in Somalia cominciata nel 1992 nell’ambito della missione UNITAF o l’UNMIBH in Bosnia ed Erzegovina, durata dal 1995 al 2002.

Con l’avvento del XXI secolo l’Arma dei Carabinieri che prima faceva parte dell’esercito, è divenuta arma autonoma; l’emanazione poi della legge 23 agosto 2004, n. 226 ha determinato la sospensione alle chiamate del servizio militare obbligatorio a partire dal 2005 accanto ad un processo di riforma generale accompagnato da una progressiva riduzione di effettivi.

CONCORSI :
Attualmente non risultano concorsi in atto.